Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sud Italia’

Spesso ho postato video della città in cui vivo, Barcelona,  ma finalmente mi fa piacere trovare un bel timelapse dello Stretto di Messina .

Alcune delle prospettive sono favolose: lo Stretto è un patrimonio.

(in realtà ne volevo mettere uno trovato ieri su FB che però oggi è stato rimosso. Peccato: aveva la prospettiva dalla Costa Calabrese)

26/9 Aggiornamento: ecco il video in timelapse dalla costa Calabrese. Quale preferite?

Read Full Post »

Pupo

Pupo

“Leeeedis en genma…” (gli assistenti di volo Alitalia e l’inglese maccheronico)

Il rumore dei cucchiaini sui piattini da tazzina;

Giganteschi occhiali da sole indossati fino in bagno;

40 gradi all’ombra;

La granita (special mention to: Granita gelsi e Granita fichi);

La brioche;

Il bar Eden;

Lo Stretto;

Brand e griffe ostentate; (altro…)

Read Full Post »

Navigando in rete ho trovato un video che riassume e sottolinea diversi aspetti dell’emergenza immigrazione che sta vedendo coivolta l’Italia a seguito della crisi dei Paesi del Nord Africa (Tunisia, Egitto e Libia).

Il video e’ stato prodotto nel territorio di Manduria e Oria, dove, da qualche giorno e’ stata allestita una tendopoli, con lo scopo di accogliere gli immigrati e “alleggerire” cosi’  il carico sull’isola di Lampedusa, primo approdo in terra straniera per i rifugiati.

Ecco il video:


Gli spunti di riflessione effettivamente sono tantissimi…
E’ giusto che questa gente cerchi di farsi giustizia da se’?
Dov’e’ lo Stato?
Pensate che il ruolo dello Stato si sia concluso con la costituzione della tendopoli?
Pensate che i tunisini siano persone cattive e quindi da maltrattare?
Cosa abbiamo noi italiani in piu’ di loro?

Se vi va, proviamo a discuterne assieme…proviamo a capire cosa c’e’ che non va in tutto cio’..

Read Full Post »

Italia BandieraOggi 17 Marzo… compleanno dell’Italia. 150 anni . wow.

Ho esposto la bandiera tricolore. In balcone, appesa con delle mollette. Non dà sulla strada, su una via principale, nè è sulla terrazza in bella vista. E’ su un cortilone interno.

Non penso che esporre la bandiera mi faccia più italiano di altri. Penso che a volte ci sia bisogno di simboli, e di manifestare un pensiero o un sentimento. 150 anni fa veniva creata la nazione che mi ha dato i natali (per usare un eufemismo!). Non importa come questo Paese sia diventato un Paese. Ciò che importa è capire che bisogna avere un obiettivo in comune. Sentirsi uniti anche col federalismo fiscale.
Bisogna essere orgogliosi e la bandiera è il simbolo dell’orgoglio, anche se ci si sente rappresentati dalla classe politica che ricopre i maggiori ruoli istituzionali.

Sono orgoglioso ma non campanilista. Non mi sento migliore degli altri, nè penso che l’Italia sia meglio della Francia o della Grecia. Do un’occhiata a cosa fanno gli altri e vedo che si possono ottenere risultati anche facendo diversamente. In marketing lo chiamano “benchmark”.

17 Marzo 2011. Oggi ho esposto la bandiera… buon compleanno Italia.

 

fonte foto Flickr

Read Full Post »

Ultimamente molti dei miei contatti in Facebook hanno pubblicato il primo singolo tratto dall’ultimo disco di Caparezza “Il sogno eretico”. Si tratta di Goodbye Malinconia, cantata da Caparezza assieme al mitico Tony Hadley, del gruppo Spandau Ballet.

Non seguo da vicino le evoluzioni della musica italiana, ma mi sono fatta incuriosire dal titolo della canzone, che parla di argomenti a noi molto vicini, affrontati in anche in alcuni post di questo blog.

Vi riporto le frasi che piu’ mi hanno colpito, e che costituiscono allo stesso tempo la colonna portante della melodia:

E poi se ne vanno tutti

Da qua se ne vanno tutti

Non te ne accorgi ma da qua se ne vanno tutti

… …

Come ti sei ridotta in questo stato

Dimmi chi ti ha ridotta in questo stato (d’animo)

… …

Migranti in fuga

… …

Cervelli in fuga

… …

Maybe tomorrow!

… …

Stand up and don’t fall down!

 

Goodbye Malinconia= Goodbye Italia
Caparezza identifica l’Italia con la metafora Malinconia, quel sentimento di tristezza per un passato felice e florido ma ormai lontano, un passato che non garantisce il futuro .

Si tratta quindi  di un saluto malinconico ad un Paese che sopravvive grazie ai “resti” dello splendore di una societa’ passata che giorno dopo giorno sembra andare in frantumi.
Caparezza avverte che “da qua se ne vanno tutti”, esortando a non restare a guardare, ma a fare qualcosa per migliorare la realta’ da cui molti scappano.

“Stand up e don’t fall down” e’ una frase di speranza che riassume quello che tutti noi dobbiamo urlare a noi stessi e alla societa’.

Stai in piedi e non cadere!!

Read Full Post »

TerroniE se fosse andata in modo diverso da quello che ci raccontano i libri di storia?

E se i Savoia avessero voluto solo “conquistare” il Sud Italia (Regno delle De Sicilie) per farne una colonia, dando ai propri soldati il diritto al saccheggio e allo stupro, e soffocando la popolazione con cruenti rappresaglie?

E se si fossero repressi con la forza i moti di ribellione di quanti non volevano un dominio “straniero”? e se poi – per propaganda – questi ribelli fossero stati  chiamati tutti sotto il nome di  “briganti”?

E se il Regno delle Due Sicilie non fosse stato per nulla povero,  malandato e (altro…)

Read Full Post »

Tornato in Italia per le feste natalizie, camminando per il “casino” cittadino tipico del periodo (ma di solito è anche peggio), e pensando a come sarebbe vivere qui, mi è venuto in mente un video visto su Vimeo:

“MA QUALE FUGA DEI CERVELLI QUESTA E’ LA RIVOLUZIONE DEL NON ESSERCI” from Daniele Ciabattoni on Vimeo.

il pratagonista è Federico, un italiano che vive all’estero e che, in preda allo sdegno, si è registrato nel momento della lettura del suo “Manifesto Oltranzista” in merito alla famosa fuga dei cervelli.

Non so perchè ma mi ricorda molto il famoso monologo su Roma di Remo Remotti .

Quindi è questa la rivoluzione? Il pensiero rivoluzionario è decidere di non esserci, di non essere testimoni e complici della decadenza dell’Italia?

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: