Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sviluppo’

Copertina Newsweek Beh sembra che – almeno per questa legislatura – il Governo Berlusconi sia alla pagina fine di un libro lungo 17 anni.

Il futuro è incerto incertissimo. Un nuovo governo tecnico (Monti?) permetterà a quei poveri miserabili parlamentari di percepire un vitalizio da nababbi appena saranno vecchi (praticamente da subito).

L’Italia finalmente si è indignata e comincia a fare sentire la sua voce: Nunteregghe più, come diceva Rino Gaetano 30 anni fa.

Cacchio… 30 anni fa. Che parole tanto attuali. Sono i corsi e ricorsi della storia o semplicemente la classe dirigente italiana non è mai cambiata? (altro…)

Annunci

Read Full Post »

referendum italia 12-13 giugno12 e 13 Giugno: referendum in Italia. Gli argomenti sono molto delicati ed importantissimi per tutti noi. Ho le mie idee su questi referendum (o “referenda”), e ci tengo ad esprimerle visto che si sta cercando di smorzare l’affluenza alle urne.

Qualche giorno fa ho ricevuto un’email da un’amica per sensibilizzare alla partecipazione in massa. Ne diffondo sul blog il contenuto,  visto che non riuscirò a partecipare personalmente:

“Ciao,
cerchiamo di diffondere a più persone questo documento per chiarire idee (altro…)

Read Full Post »

Navigando in rete ho trovato un video che riassume e sottolinea diversi aspetti dell’emergenza immigrazione che sta vedendo coivolta l’Italia a seguito della crisi dei Paesi del Nord Africa (Tunisia, Egitto e Libia).

Il video e’ stato prodotto nel territorio di Manduria e Oria, dove, da qualche giorno e’ stata allestita una tendopoli, con lo scopo di accogliere gli immigrati e “alleggerire” cosi’  il carico sull’isola di Lampedusa, primo approdo in terra straniera per i rifugiati.

Ecco il video:


Gli spunti di riflessione effettivamente sono tantissimi…
E’ giusto che questa gente cerchi di farsi giustizia da se’?
Dov’e’ lo Stato?
Pensate che il ruolo dello Stato si sia concluso con la costituzione della tendopoli?
Pensate che i tunisini siano persone cattive e quindi da maltrattare?
Cosa abbiamo noi italiani in piu’ di loro?

Se vi va, proviamo a discuterne assieme…proviamo a capire cosa c’e’ che non va in tutto cio’..

Read Full Post »

Atttualità italiana

Scrivo questo post perchè spero di raccogliere più pareri possibili su un mio problema quotidiano . Da Italiano all’estero mi trovo di continuo a parlare con stranieri che mi chiedono di aggiornarli o di spiegare l’attualità italiana. Come fa Berlusconi a mantenere il suo posto di “Prime Minister” nonostante gli scandali e le vicessitudini raccontate dalle news?

A chiederlo sono in molti: la super-manager americana del mio ufficio, colleghi e manager a pranzo (nazionalità varie: Messicani, Belgi, Francesi, Irlandesi, Spagnoli, Inglesi,…) , in giro a “tomar copas” , fino alla mia vicina 78enne Catalana Nieves. Que pasa con vuestro Presidente? What’s going on in Italy?

Io sinceramente spesso non so come rispondere, specialmente perchè per spiegare la situazione politica italiana non bastano i due minuti davanti alla macchina del caffè o sul pianerottolo di casa. Ho pensato di avere bisogno di aiuto, chiedendo al mio network di conoscenze.

Vorrei quindi raccogliere (e spero che arrivino da persone di colore politico diverso!) per usare una “versione ufficiale” alla prossima occasione. Ne trascriverò un sunto in un altro post di questo blog.

Quindi… come spieghereste i fatti delle ultime settimane? Come spiegare ad uno straniero l’attualità italiana?

Fonte Foto Flickr, Hop-Frog

Read Full Post »

Ultimamente molti dei miei contatti in Facebook hanno pubblicato il primo singolo tratto dall’ultimo disco di Caparezza “Il sogno eretico”. Si tratta di Goodbye Malinconia, cantata da Caparezza assieme al mitico Tony Hadley, del gruppo Spandau Ballet.

Non seguo da vicino le evoluzioni della musica italiana, ma mi sono fatta incuriosire dal titolo della canzone, che parla di argomenti a noi molto vicini, affrontati in anche in alcuni post di questo blog.

Vi riporto le frasi che piu’ mi hanno colpito, e che costituiscono allo stesso tempo la colonna portante della melodia:

E poi se ne vanno tutti

Da qua se ne vanno tutti

Non te ne accorgi ma da qua se ne vanno tutti

… …

Come ti sei ridotta in questo stato

Dimmi chi ti ha ridotta in questo stato (d’animo)

… …

Migranti in fuga

… …

Cervelli in fuga

… …

Maybe tomorrow!

… …

Stand up and don’t fall down!

 

Goodbye Malinconia= Goodbye Italia
Caparezza identifica l’Italia con la metafora Malinconia, quel sentimento di tristezza per un passato felice e florido ma ormai lontano, un passato che non garantisce il futuro .

Si tratta quindi  di un saluto malinconico ad un Paese che sopravvive grazie ai “resti” dello splendore di una societa’ passata che giorno dopo giorno sembra andare in frantumi.
Caparezza avverte che “da qua se ne vanno tutti”, esortando a non restare a guardare, ma a fare qualcosa per migliorare la realta’ da cui molti scappano.

“Stand up e don’t fall down” e’ una frase di speranza che riassume quello che tutti noi dobbiamo urlare a noi stessi e alla societa’.

Stai in piedi e non cadere!!

Read Full Post »

TerroniE se fosse andata in modo diverso da quello che ci raccontano i libri di storia?

E se i Savoia avessero voluto solo “conquistare” il Sud Italia (Regno delle De Sicilie) per farne una colonia, dando ai propri soldati il diritto al saccheggio e allo stupro, e soffocando la popolazione con cruenti rappresaglie?

E se si fossero repressi con la forza i moti di ribellione di quanti non volevano un dominio “straniero”? e se poi – per propaganda – questi ribelli fossero stati  chiamati tutti sotto il nome di  “briganti”?

E se il Regno delle Due Sicilie non fosse stato per nulla povero,  malandato e (altro…)

Read Full Post »

A cinque anni dalla prima legge anti-fumo, dal 2 gennaio 2011 finalmente in Spagna non si fuma piu’ nei locali pubblici!
Mentre proprietari di bar, ristoranti e sale giochi e tabaccai sono gia’ sul piede di guerra denunciando un calo di fatturato, un’altra grossa fetta di popolazione (fumatori e non) festeggia per la tanto attesa applicazione di questa legge, varata nel lontano 2006, ma mai applicata per il suo carattere “indulgente”.

Vietato Fumare(da Flickr/Pacensepatoso)

So che in questo momento potrei dare un giudizio di parte (da non fumatrice), ma l’andare fuori a mangiare o semplicemente a bere un drink e ritornare a casa con l’impressione di essere stata in una “fabbrica di fumo”, era abbastanza disincentivante e demoralizzante allo stesso tempo…..davvero non se ne poteva piu’!! Secondo me adesso, al contrario di quello che pensano i commercianti, i bar e ristoranti lavoreranno molto di piu’, e soprattutto con clientela che apprezza il gusto classico e non “affummicato” delle vivande! 🙂
D’altronde in Italia ricordo che i timori erano gli stessi, poi messi a tacere dai numeri effettivi e dal miglioramento della qualita’ della vita.

La Spagna e’ uno degli ultimi Paesi europei, se non l’ultimo, ad applicare in maniera severa la legge contro il fumo nei luoghi pubblici. Se pensiamo che ogni anno in Spagna muoiono circa 5.000 fumatori passivi, non possiamo non pensare: Finalmente, era ora!!

Quello che mi auguro e’ che, pur riconoscendo le difficolta’ iniziali che ci saranno nell’applicazione di questa nuova legge, il Paese riesca davvero a fare quel salto di qualita’ che ormai tutti (o quasi tutti) i Paesi europei si aspettano! 😉

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: